Economy

Riforma della direttiva sui viaggi dell'UE

Petition is directed to
EU Komission
6.526 Supporters
Collection finished
  1. Launched September 2020
  2. Collection finished
  3. Prepare submission
  4. Dialog with recipient
  5. Decision

A causa del Covid 19 e delle limitazioni di viaggio da esso conseguite, il settore del turismo si trova in una situazione drammatica in tutto il mondo. Ciò è rafforzato dalla direttiva sui viaggi dell'UE 2015/2302 (2011/83 / UE.)

Chiediamo che in caso di cancellazione per cause di forza maggiore, il cliente paghi una parte della penale di cancellazione.

Reason

A causa del Covid 19 e delle limitazioni di viaggio da esso conseguite, il settore del turismo si trova in una situazione drammatica in tutto il mondo. Ciò è rafforzato dalla direttiva sui viaggi dell'UE 2011/83 / UE. Secondo questa direttiva, i tour operator devono rimborsare l'intero prezzo del viaggio entro 14 giorni se questo non può aver luogo a causa di circostanze eccezionali inevitabili. Il tour operator ha già svolto lavori prima dell'inizio del viaggio: consulenza, preparazione di offerte, prenotazione di servizi di viaggio (voli, hotel, escursioni, trasferimenti). Inoltre, i tour operator speciali di piccole e medie dimensioni in particolare, effettuano pagamenti finanziari anticipati per i loro clienti per poter garantire loro voli, hotel, ecc.

In caso di cancellazione a causa di una pandemia, l'organizzatore non ha diritto di fatturare ai propri clienti né il servizio reso con la consulenza e la prenotazione e e neanche i pagamenti anticipati effettuati.

Dal 18 marzo i viaggi già prenotati vengono annullati. Anche in questo caso, i tour operator lavorano per la cancellazione dei servizi per i quali non vengono pagati. Spesso non ricevono rimborsi della compagnia aerea o comunque li ricevono con forte ritardo. I pagamenti già versati all'estero sono di solito non rimborsabili, gli organizzatori ricevono solo voucher. Molti tour operator speciali sono già stati costretti a chiudere a causa della direttiva europea.

Per il consumatore, ciò ha come conseguenza che la varietà di offerte dei tour operator nell'UE sta scomparendo. I tour operator di piccole e medie dimensioni che assemblano viaggi individuali su misura non possono sopravvivere. Le grandi società sono supportate dallo stato e in futuro determineranno il mercato e i prezzi.

Chiediamo che in caso di cancellazione per cause di forza maggiore, il cliente paghi una parte della penale di cancellazione.

La struttura legalmente possibile per questa modifica è fornita dal Prof. Führich ed è stato mostrato qui in una lettera aperta al ministro della Giustizia in Germania, signora Lambrecht.

https://reiserechtfuehrich.com/2020/08/19/offener-brief-an-justizministerin-experte-fordert-neue-storno-regelung-bei-pandemien/

Se anche voi desiderate mantenere la varietà di offerte nel settore dei viaggi europeo e ritenete che il lavoro debba essere pagato in modo equo, chiediamo il vostro voto su una modifica della direttiva europea sui viaggi.

Not yet a PRO argument.

No CONTRA argument yet.

Help us to strengthen citizen participation. We want your petition to get attention and stay independent.

Donate now

openPetition international