La cannabis era - per ragioni puramente economiche - stigmatizzata equipaggiandola con droghe pesanti come l'eroina, l'oppio o la cocaina nella Convenzione delle Nazioni Unite del 1961 in tutto il mondo.

Ingiustamente. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) invita gli stati membri dell'ONU a ridurre il THC dal Livello 4 al Livello 1 della Convenzione, per consentire l'uso medico e per escludere la CBD (non intossicante) dalla Convenzione. In una risoluzione del 13 febbraio 2019, il Parlamento europeo ha anche invitato la Commissione europea e gli stati membri a liberalizzare la cannabis in medicina.

Il nostro obiettivo è quindi:

Rapida liberalizzazione della cannabis in medicina (simile al 2017 in Germania: fiori su prescrizione!). Creare un mercato e quindi abbassare i prezzi.

Prodotti CBD e CBD fuori dalle restrizioni del regolamento sui nuovi prodotti alimentari, che dovrebbe solo chiarire il mercato per l'industria farmaceutica.

Controllo del mercato attraverso test di prodotto e marchi di qualità.

Formazione di medici e farmacisti nell'uso della cannabis in medicina.

Assunzione dei costi da parte delle compagnie di assicurazione sanitaria.

Maggiori informazioni su www.allianz-gegen-ignoranz.at

Reason

motivo

Esistono numerosi studi che certificano l'efficacia del THC nel dolore cronico, nausea e vomito e spasmi muscolari nella sclerosi multipla. Più fiori del - contenuti in alcuni farmaci - sostanze mono. Tuttavia, il mercato è un mercato monopolistico e quindi si paga per la medicina di cannabis dai prezzi da sogno della farmacia. Questo deve cambiare in modo che milioni di pazienti con dolore cronico possano permettersi questa pianta medicinale oi suoi prodotti. C'è anche molta esperienza, e in alcuni casi studi, che il CBD (non intossicante) ha o potrebbe avere più effetti medici. Ha un effetto calmante, inducente al sonno, rilassante, analgesico. Ci sono anche studi sul fatto che il CBD (dose elevata) possa alleviare o addirittura curare il cancro. Queste proprietà del CBD rendono il farmaco molto interessante per l'industria farmaceutica. Ma invece di fare ricerche qui e presentarsi al mercato, l'industria farmaceutica e i suoi lobbisti stanno cercando di escludere i prodotti CBD e CBD dal mercato libero. Il trucco: è lobbismo nel gruppo di lavoro della Commissione europea e dell'Autorità europea per l'alimentazione EFSA che CBD e cannabinoidi come nuovi prodotti alimentari possono quindi introdurre procedure di licenza costose e lunghe per integratori alimentari e cosmetici. Questi tentativi sono attualmente in corso. Il 12.3.2019 si terrà la prossima riunione del gruppo di lavoro. Chiediamo che anche le organizzazioni dei consumatori e dei pazienti siano ascoltate. Perché chi spia la CBD dal mercato libero, promuovendo solo l'industria farmaceutica e privando milioni di pazienti di una pianta medicinale efficace.

Grazie per il vostro supporto, Peter Kolba di Laab im Walde, Austria

Thank you for your support, Peter Kolba from Laab im Walde
Question to the initiator
pro

Not yet a PRO argument.

contra

No CONTRA argument yet.

Tools for the spreading of the petition.

You have your own website, a blog or an entire web portal? Become an advocate and multiplier for this petition. We have the banners, widgets and API (interface) to integrate on your pages.

Signing widget for your own website

API (interface)

/petition/online/liberalizzazione-della-cannabis-in-medicina/votes
Description
Number of signatures on openPetition and, if applicable, external pages.
HTTP method
GET
return format
JSON