Region: Piedmont
Foreign affairs

Petizione Popolare Contro L’aumento Delle Spese Militari E L’invio Di Armi Nei Teatri Di Guerra

Petition is directed to
Governo e Parlamento italiani
30 Supporters
Collection finished
  1. Launched April 2022
  2. Collection finished
  3. Prepare submission
  4. Dialog with recipient
  5. Decision

Noi cittadine e cittadini di Ivrea e Canavese preoccupati e in dissenso con la scelta governativa di aumentare le spese militari da 25 (già cifra enorme) a 38 miliardi, ritenendo invece che le risorse del paese debbano essere impegnate per la spesa sociale, la sanità, per l’istruzione, la messa in sicurezza del territorio; ricordando anche che la nostra Costituzione afferma che “l’Italia ripudia la guerra” e quindi l’invio di armi nei teatri di guerra viola la prima legge dello Stato, chiediamo ai Sindaci dei nostri comuni di far arrivare al Governo la manifestazione preoccupata del nostro profondo dissenso

L’Italia diventi mediatrice di pace e non venditrice di armi letali.

Reason

L’aumento delle spese militari da 25 miliardi l’anno (68 milioni al giorno) a 38 miliardi di euro (104 milioni al giorno) è una scelta sciagurata, una scelta contro il popolo italiano. Una scelta contro i veri settori strategici per lo sviluppo del paese e della sua popolazione: la salute, la sanità, l’istruzione e la scuola, la ricerca, la tutela dell’ambiente e del territorio, il sistema sociale.

L'invio di armi nei teatri di guerra non può portare alla pace, il massimo impegno dell'Italia e dell'Europa deve essere quello di farsi parte attiva nella mediazione per il cessato il fuoco e non di alimentare la guerra. Per una vera sicurezza e pace internazionale occorre tornare a sedersi ai tavoli e avere il coraggio di riscrivere gli equilibri internazionali lavorando per mettere al bando l'economia di guerra.

Not yet a PRO argument.

No CONTRA argument yet.

Help us to strengthen citizen participation. We want to support your petition to get the attention it deserves while remaining an independent platform.

Donate now